Il “Pierremporio d’Oro” a Florindo Rubbettino

Il “Pierremporio d’Oro” a Florindo Rubbettino Un premio biennale che verrà alla luce, con tutto il suo splendore, in occasione del novantaseiesimo anniversario della nascita di Pierremporio 1927.Il “Pierremporio d’Oro”, ideato da Renato e Girlane Pagliaro, è un originale chevalier in oro e diamanti brown con la raffigurazione, in testa, del logo della loro azienda… una P e una R… le iniziali della fondatrice… Pandolfo Rosalba.

L’ evento, che premierà ogni anno dispari la serietà, la passione, i sacrifici che hanno caratterizzato la conferma, nel tempo, di un lavoro di successo, avrà inizio alle ore 18:00 del primo dicembre 2023 a Castrovillari in corso Luigi Saraceni, 37.

Il “Pierremporio d’Oro” esprime la gioia d’indossare una preziosità, l’orgoglio che possa essere tramandato di padre o di madre in figlio e che progetti importanti possano avere il suo sigillo.

L’anello chevalier ha origini molto antiche ed è uno dei preziosi dal più elevato valore simbolico, il suo fascino è rimasto immutato nel tempo e ha attraversato i millenni. Renato e Girlane Pagliaro hanno voluto dare al “Pierremporio d’Oro” motivazioni e significati che spingono gli eroi e le eroine dei nostri giorni a raggiungere il successo nel proprio lavoro. Il “Pierremporio d’Oro” 2023 sarà dato in dono a Florindo Rubbettino. Florindo Rubbettino, nato a Cosenza il 1971, si è laureato in Scienze Politiche all’Università Luiss Guido Carli di Roma, con una tesi in Teoria e tecnica delle comunicazioni di massa sul tema “L’editoria libraria nel Mezzogiorno dall’800 ad oggi”. Imprenditore ed editore, insieme al fratello Marco guida le aziende di famiglia attive nei settori dell’editoria, della stampa, della comunicazione, del packaging e del turismo. È Docente di Editing nel Corso di Laurea di Scienze della Comunicazione all’Università del Molise.

È membro di CDA e comitati scientifici di diverse Fondazioni, Associazioni e Centri Studi… l’AIDAF – Associazione Italiana Aziende Familiari, l’AIE – Associazione Italiana Editori, la Fondazione Banco di Napoli, l’Academy Spadolini, Sudheritage, l’associazione dei musei d’impresa della Calabria di cui è anche Presidente. Renato e Girlane Pagliaro hanno catturato, nella storia di Florindo Rubbettino, tre date da sottolineare…     nel 1972 Rosario Rubbettino apre, a Soveria Mannelli, una modesta tipografia e il piccolo Florindo, di un solo anno d’età, incomincia a sentire il profumo dell’inchiostro…    nel 1973 viene pubblicato un saggio filosofico su Ernst Kassirer e Karl Mannheim… un volume di seicento pagine interamente stampato a piombo. È l’inizio di un percorso importante che avrebbe portato la piccola tipografia a diventare una moderna azienda tipografica. Nel 2000 muore il papà Rosario, appena dopo aver realizzato il sogno dell’inagurazione del nuovo stabilimento e Florindo, a 29 anni d’età, nel mese di ottobre… lo stesso della morte del padre, diventa Amministratore Unico della Rubbettino Editore e della Rubbettino Industrie Grafiche. Da quel giorno i successi della Rubbettino si susseguono con ritmo costante… alzando, sempre, l’asticella della qualità… affidata alle sapienti menti e alle virtuose mani delle “sue maestranze”.

La Rubbettino diventa un punto di riferimento nazionale per la saggistica in materia di economia, politica, scienze sociali e narrativa.   Con “Carta”, un parco d’arte contemporanea che avrà a disposizione dodicimila metri quadrati e “il museo d’impresa” che ripercorrerà la storia del libro e diventerà anche un laboratorio di sperimentazione, Florindo Rubbettino e suo fratello Marco lanciano la Rubbettino verso orizzonti ancora più splendenti… raggi di cultura che illumeneranno la mente e il cuore del genere umano. Florindo Rubbettino è un ambasciatore dell’eccellenza calabrese in Italia e nel mondo che riesce a leggere in anticipo i percorsi da seguire per mantenere, con il confronto intelligente e i modi eleganti, alto lo standard della suo lavoro… un lavoro di successo!   Il primo dicembre 2023, un giorno che sarà doppiamente importante perché vedrà la luce, anche, la prima collezione di gioielli firmata Pierremporio 1927… “Monogram” una linea base… di gioielli in argento 925/000… che nasce, proprio, da una costola del “Pierremporio d’Oro”. Per festeggiare gli appuntamenti in programma… dal primo dicembre 2023 ci sarà una eccezionale esposizione di opere pittoriche… dal titolo “Bangkok” del maestro Le Voci, un Luigi Le Voci come non lo avete mai visto. Gli eventi della serata saranno presentati da Ines Ferrante, allietata dalle affascinanti melodie del violino del M° Katia Grande e dalla presenza della bellissima modella Martina Carbone.

Tasty Jewel
Chiudi Carrello
Chiudi Preferiti
Chiudi Visti di Recente
Chiudi
Confronta Prodotti (0 Prodotti)
Confronta Prodotto
Confronta Prodotto
Confronta Prodotto
Confronta Prodotto
Chiudi
Categorie